Sassi di Matera: cosa sono e dove si trovano

I Sassi di Matera

I Sassi di Matera è uno uno dei luoghi più suggestivi del mondo, tanto da diventare Patrimonio dell’Umanità Unesco.

I Sassi di Matera sono un set cinematografico a cielo aperto; non a caso diversi sono i registi che hanno scelto questa località della Basilicata come cornice per i propri film:

  • Il primo fu Pier Paolo Pasolini, col film Il Vangelo Secondo Matteo.
  • Il Secondo fu Mel Gibson, che lo volle come sito per il The Passion – La Passione di Cristo
  • Ultimo ma non meno importante, Matera è il set dell’ultimo film di James Bond

Matera dove si trova?

Matera sorge su di un altopiano calcareo che presenta una spettacolare anomalia: un solco centrale, un vero e proprio canyon di 70-80 metri, attraversato dal torrente Gravina.

Tracce di vita risalgono già all’età del paleolitico: l’avvicendarsi di popolazioni nel corso dei secoli lascia un intricato sistema urbano in cui il costruito si sovrappone allo scavato e alle cavità naturali.
Un insediamento urbano unico al mondo dove l’uomo pare essersi insediato con difficoltà in un aspro territorio murgico secondo le regole “organiche” della civiltà rupestre, prima, e della “cultura della città” europea, poi.
Tra il diciannovesimo ed il ventesimo secolo i Rioni dei Sassi divengono dimora dei ceti più poveri della città, costretti a vivere in pessime condizioni igienico-sanitarie. Si decise, in seguito, di attuare un vero e proprio “piano di trasferimento” in un nuovo quartiere residenziale. In seguito al trasferimento, venne intrapreso un piano di riqualificazione e risanamento dell’area. Oggi è possibile visitare l’area con il nucleo originario dentro le brevi gole del Sasso Barisano e del Sasso Caveoso. Si possono apprezzare le abitazioni scavate direttamente nella roccia e nel tufo; la sensazione è quella di mettere piede in un presepe. Non a caso Matera è detta anche la seconda Betlemme.

Sassi di Matera: cosa sono e dove si trovano?

I Sassi di Matera sono stati il primo luogo al mondo dichiarato “paesaggio culturale”; è dal 1993 che sono stati inseriti dall’UNESCO nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità. La particolarità di Matera nel suo ingresso nell’UNESCO è che non entra un singolo monumento o un agglomerato urbano, ma un intero sistema di vita ed un modello di sviluppo, che hanno retto per millenni. I Sassi rispondono pienamente al criterio UNESCO di essere un eccezionale esempio di un tradizionale insediamento umano o di occupazione del territorio che rappresenta una cultura (o più culture), specialmente quando è messa in pericolo da mutamenti irreversibili.

Se vuoi sapere tutto su Matera e i suoi sassi ti consigliamo di cliccare su questo linkSassi di Matera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.