Ognuna delle regioni italiane merita una visita e si distingue, solitamente, per particolari ragioni. La pizza napoletana, la vita mondana milanese, le spiagge siciliane e così via. Ma per chi ama realmente la nostra geografia una regione nasconde tesori inestimabili. A causa, o forse sarebbe meglio dire grazie, all’intricata storia italiana che tanto ha da insegnarci, ogni più piccolo borgo o paese nasconde un prezioso tesoro formato da itinerari, tradizioni, storie e luoghi.

Il Veneto ad esempio è famoso per il suo capoluogo (Venezia) e per le sue montagne, spesso considerate desolate. In realtà anche se la meta preferita di questa regione è Venezia e in alcuni casi Verona, la regione nasconde moltissimi itinerari. Non dimentichiamoci che in passato il Veneto fu regione indipendente (allora si chiamava Repubblica Veneta) e successivamente è stata contesa da Italia e Austria. Il Veneto, secondo stime recenti, riceve oltre 14 milioni di visitatori l’anno e resta una delle regioni più visitate. In parte questo turismo proviene da Austria e Germania grazie anche al fatto che molta della popolazione locale parla correntemente il Tedesco.

Per chi sia interessato ad approfondire i possibili itinerari locali non possiamo che citare la famosissima Venezia, col fascino della laguna infatti, è una delle mete preferite dai viaggiatori di tutto il mondo. Ma anche città meno conosciute come ad esempio Verona offrono scorci e architetture veramente fantastiche. Il rigido clima delle dolomiti, mitizzato solo in parte dalla costiera, lo rende una meta molto appetibile per tutti gli amanti della natura. Belluno ad esempio offre bellissimi percorsi naturalistici tra cascate e dighe famose ma anche mete perfette per il trekking. Per non parlare del centro cittadino una vera affascinante città fatta di pietre e architettura antica. Il lago di Garda, invece, che si estende nei suoi confini, è una meta molto amata per chi desideri fare sport acquatici o ricercare piccole botteghe artigiane.

0 Commenti