Visita ad un antico ‘castrum’ collocato sulla vetta di una collina circondata da secolari uliveti. Il grazioso borgo di Montecastrilli ha antiche origini. Come testimonia il suo stesso toponimo, in passato esso ebbe funzione di accampamento. In epoca medievale fu soggetto alla città di Todi. Successivamente, entrò a far parte dello Stato della Chiesa e vi rimase inglobato fino alla proclamazione del Regno d’Italia.

La struttura urbanistica di Montecastrilli è racchiusa all’interno della cerchia di mura eretta a protezione della roccaforte. Due porte permettono l’ingresso all?antico borgo: Porta Amerina e Porta Medioevale.

Nel cuore dell’abitato sorge la Chiesa Parrocchiale di San Nicolò. Al suo interno sono custodite opere di pregevole valore come un crocifisso ligneo del XV secolo e alcune tele di epoca barocca. Nella Chiesa di Santa Chiara, annessa al convento delle clarisse, sono da ammirare alcune tele realizzate nel corso del ‘700.

Del territorio comunale fanno parte le cinque frazioni di Quadrelli, Casteltodino, Collesecco, Castel dell’Aquila e Farnetta: ciascuno di questi borghi ha una propria storia e presenta scorci di grande fascino.

Monumenti

· Chiesa Parrocchiale di San Nicolò

· Chiesa di Santa Chiara

· San Martino de Coccomellis

· Chiesa di San Bartolomeo (Casteltodino)

· Chiesa di San Giacomo e San Marco (Castel dell’Aquila)

· Chiesa di S. Maria Assunta (Quadrelli)

0 Commenti