Fossato di Vico è un piccolo centro accogliente e piacevole. E’ diviso in due borghi: uno moderno, pianeggiante, dislocato lungo la strada statale, l’altro, Fossato Alto, arroccato sulla collina. Quest’ ultimo é un tipico borgo che ha mantenuto nel tempo la sua caratteristica struttura medievale. Secondo alcuni sorge sul luogo dove era l’antico vico romano di Helvillum. Venne fondato nel 980 dal conte di Nocera, Lupo detto Vico di Monaldo.

Fossato subì sorti alterne appartenendo ora a Gubbio, ora a Perugia. Durante il periodo Napoleonico fu terra di confine fra l’lmpero di Francia e il Regno d’ltalia, con un posto di dogana all’Osteria Nuova oggi Osteria del Gatto. Le notizie dell’assistenza del Castello risalgono al 996.

Da Fossato Basso si arriva a Fossato Alto con una strada in forte salita, passando accanto alla chiesetta di Sant’ Urbano, con due portali ogivali e, all’ interno, resti di affreschi, tra cui interessante è il Ritratto di UrbanoV, di scuala eugubina. Entrati nel borgo medievale si incontra la bella Cappella della Piaggiola, con numerosi affreschi di Ottaviano Nelli e della sua bottega (inizi del ‘400).

Nella piazza omonima sorge la chiesa di San Pietro del XI secolo, con l’ interno a due navate con archi a ogiva e volte a botte. Molto interessanti, nell’ abitato, alcune caratteristiche vie medievali. Chiesa di S. Sebastiano è un bell’ edificio rinascimentale con facciata in cotto scandita da lesene, completamente ristrutturato all’interno nel 1866. Conserva decorazioni in stucco e altari in legno dipinto e dorato con tele coeve dal sec. XVI al sec. XIX.

Consigliamo per chi vuol trascorrere weekend in agriturismi vicino Fossato di Vico o nella splendida Umbria in genre, di consultare il sito di deal Groupon, dove si trovano offerte per viaggi a prezzi scontatissimi. Per fortuna grazie alla bellezza ed all’equilibrio intatto tra arte, storia e natura, sull’Umbria sono disponibili sul sito di Groupon periodiche occasioni da non perdere.

0 Commenti