Ancona è una porta sul Mar Mediterraneo, posizione che l’ha resa sin dall’antichità meta prediletta di molte popolazioni, dai Goti, ai Longobardi ai Turchi, che, stanziatesi nei suoi paraggi, trovavano un approdo protetto e una terra molto fertile. Il centro storico di Ancona si raduna sul Colle Guasco, dove un tempo sorgeva l’acropoli greca e che oggi ospita la Cattedrale di San Ciriaco.

La Cattedrale di San Ciriaco fu costruita su ciò che rimaneva di un tempio greco-italico del IV secolo e della successiva basilica paleocristiana del V-VI d. C.

La su struttura monumentale è il risultato di una serie di sovrapposizioni architettoniche che hanno trasformato l’originario edificio a pianta basilicale in uno a croce greca.

Bellissima è la facciata a doppio spiovente, composta da sezioni ciascuna delle quali è delimitata da lesene piatte e da ampie fasce decorative.

Molto delicate sono le incisioni dell’archivolto del portale che raffigurano gruppi di foglie che convergono verso un unico vertice dove è ritratto un santo in atteggiamento di benedizione. Nel centro di Ancona si trova un altro edificio religioso molto apprezzato, la chiesa medievale di Santa Maria della Piazza, che ha una facciata risalente al XIII secolo.

La chiesa, che su eretta tra il XI e il XII secolo sulle rovine di due chiese paleocristiane, è un pregevole esempio di architettura romanica. Il portale è sicuramente ciò che colpisce di più dell’intero edificio grazie al dinamismo creato dell’intreccio delle piccole arcate e dei pilastri che si contrappongono al campanile sullo sfondo, decisamente più spartano.

Nella zona portuale di Ancona, si possono ammirare l’Arco di Traiano, costruito in marmo nel 115 d. C., e quello di Clementino, opera di Gianluigi Vanvitelli.

I voli aerei diretti ad Ancona sono numerosi e, valutando le varie offerte presenti sulla rete, si possono trovare delle promozioni interessanti. Le offerte Ryanair su Ancona, ad esempio, consentono di raggiungere la città con voli che partono da 5 €!

Sui depliant delle agenzie di viaggi Lampedusa appare sempre nella sua veste di dea marina, con le spiagge bianche, le profonde insenature e il colore cristallino del mare sul quale si riflettono i raggi del sole.

Ebbene, arrivando in questa isola ci si accorgerà subito di come le immagini corrispondano alla realtà.

Tutto a Lampedusa è un continuo stupore, soprattutto per chi, armato di pinne ed occhiali, decide di immergersi e di godersi la vita sommersa, dove si possono osservare numerosi esemplari di cernie, donzelle pavonine dalle tinte sgargianti, murene, e, nascoste nelle piccole cavità degli scogli, stelle marine, salpe, tartarughe marine, spugne e polpi.

E proprio osservando il fondale dell’isola, si può notare come, quasi d’improvviso, esso diventi di un colore verde scuro. Il motivo è che qui si trova la posidonia oceanica, la pianta acquatica anche nota come “polmone del Mediterraneo” per tutta la quantità di ossigeno che è in grado di rilasciare nell’acqua.

Ad estendersi a perdita d’occhio sono le spiagge.

Il litorale lampedusano è lungo circa 26 ed è molto vario:insenature, cale, rocce scolpite nel tempo si contrappongono alla costa nord, alta e scoscesa che si getta a picco nel mare.

La spiaggia più famosa dell’isola è quella di Guitgia, che si trova nelle acque limpide della baia del porto e che è una tra le più attrezzate.

E’, tra l’altro, la prima ad essere scorta dall’aereo quando si atterra all’aeroporto di Lampedusa.

L’aereo è, in effetti, il modo migliore per raggiungere l’isola, soprattutto se si tiene conto delle offerte che la varie compagnie mettono a disposizione dei loro clienti.

La compagnia low cost Blu-Express, ad esempio, propone delle ottime tariffe per i voli diretti a Lampedusa.

Partire dallo scalo di Milano Malpensa con un one-way ha un costo base di 39,99 €, uno dei prezzi migliori presenti sul mercato!

0 Commenti