Milano ha tanti appellativi: attiva, generosa, all’avanguardia, ma comunque la si chiami è una delle capitali poliitiche ed economiche d’Italia. Capoluogo della Lombardia, da sempre capitale dell’editoria e dei media nazionali, detiene da tempo il primato internazionale nella moda e nel design industriale, vestendo altrettanto bene i panni di metropoli del divertimento, dello shopping e dei locali che fanno tendenza. Seconda città italiana per popolazione, Milano è sede delle maggiori industrie nazionali nonché di molte banche e della principale Borsa Italiana. Nonostante i pesanti bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale la città conserva splendidi monumenti ed importanti capolavori artistici.
La visita della città può essere fatta seguendo i criteri più svariati, vale la regola di spostarsi a piedi utilizzando, eventualmente, la fitta rete di mezzi pubblici per raggiungere le mete più distanti. Esistono tuttavia alcuni itinerari “classici”. Visitare i luoghi tradizionali è d’obbligo. Il nucleo centrale comprende la Cattedrale del Duomo con la sua bellissima Piazza, vero centro geometrico della città da dove si dipartono come radiali le vie principali (seguendo esattamente il progetto urbanistico ottocentesco), il Palazzo Reale, Corso Vittorio Emanuele II, Piazza San Babila, Palazzo Marino, Piazza Della Scala con il suo celeberrimo Teatro, fino ad arrivare alla Galleria Vittorio Emanuele II, tradizionale luogo di ritrovo dei milanesi.
Per la sistemazione chi giunge in città ha solo l’imbarazzo della scelta. Tra gli hotel di Milano possiamo scegliere le caratteristiche più adatte alle nostre esigenze, sia per la posizione, se verso il centro o parti periferiche, sia per la spesa. La gran pate degli alberghi varia da 3 a 5 stelle, ma per trovare soluzioni di hotel low cost è meglio comparare le tariffe nei motori di ricerca specializzati.
Spostando la nostra passeggiata nella parte settentrionale della città, passando per Piazza Cordusio, raggiungiamo il Palazzo di Brera con la sua illustre Pinacoteca, che ospita gran parte del patrimonio pittorico d’Italia. Proseguendo la camminata ci ritroviamo nel “Quadrilatero della Moda” che comprende Via Monte Napoleone, Via Borgospesso, Via Della Spiga e Via Sant’Andrea, dove hanno sede tutti i grandi creatori della moda e del prêt-à-porter. Ogni tendenza, moda o fenomeno, infatti, non può essere definito tale se prima non sfila sulle sue rinomate passerelle.
Nella zona occidentale, oltre alla Biblioteca e alla Pinacoteca del Cardinale Federico Borromeo e al Museo della Scienza e della Tecnica “Leonardo Da Vinci”, troviamo le più celebri chiese della città: Sant’Ambrogio e Santa Maria Delle Grazie.
Nella Parte nord occidentale domina maestoso il Castello Sforzesco, con il Foro Bonaparte ed il parco più grande della città: il Parco Sempione.
A sud della città, tra Porta Ticinese e Porta Romana, al paesaggio urbano dei Navigli si combinano monumenti paleocristiani e rinascimentali come la Basilica di San Lorenzo, la Basilica di Sant’Eustorgio, Santa Maria dei Miracoli (presso San Celso) e la Ca’ Granda, utilizzata fino al 1939 come Ospedale Maggiore, oggi sede dell’Università Statale.
Nella parte nord orientale, oltre i bastioni, si susseguono i più svariati esempi architettonici tra cui: Largo Augusto e Santa Maria Della Passione. Percorrendo poi Corso Venezia scopriamo i Giardini Pubblici con il Museo di Storia Naturale e la Villa Reale fino a raggiungere, passando per Corso Buenos Aires, la Stazione Centrale con il Grattacielo Pirelli, sede della Regione Lombardia.
Ma la città non si ferma qui, i suoi dintorni nascondono luoghi dai mille sapori altrettanto entusiasmanti. Non è così difficile quindi, scoprirsi innamorati di Milano, visto che è una città che sa incantare.
Milano è tutta da scoprire, così consigliamo altri blog per turisti per scoprirne le infinite varietà.

0 Commenti