Appena fuori i confini dell’Italia si trova una delle mete turistiche più gettonate, ma come spesso accade conosciuta solo superfialmente: parliamo della ciità di Nizza.
Sicuramente la parte più caratteristica è quella della città vecchia, con le vie strette e le case colorate in ricordo dello stile italiano-ligure.
Nei dintorni del porto, invece, si possono ammirare gli edifici costruiti tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento ispirati all’architettura tipica delle cittadine francesi di quel periodo.

Nella zona della città vecchia, tra ristoranti, bar e negozietti di ogni genere, spiccano palazzi e chiese di ogni fattezza e tipo.
Da vedere è senza dubbio la Cattedrale di Sainte-Réparate, realizzata in stile barocco genovese.

La cattedrale si affaccia su Place Rossetti, dove si trovano numerosi ristoranti e dove spesso si svolge il mercato che da un tocco di vivacità e di allegria in più ad un luogo già pittoresco.

La Cattedrale di Sainte-Réparate è dedicata alla patrona di Nizza che fu martirizzata all’età di 15 anni.
Costruita nel 1650 dall’architetto J.A. Guiberto, ha un forte richiamo barocco nella facciata ricca di colori.

A destra della costruzione si trova il campanile, eretto nel corso del 1700.
Così come l’esterno, anche l’interno della cattedrale è di impronta barocca ed è facile rintracciarne i segni se si guardano gli stucchi e  i marmi, ricchi e maestosi nel loro tripudio di fantasie.

Particolarmente interessanti sono il fregio e la cornice così come la sacrestia, all’interno della quale sono conservate delle opere in legno risalenti al 17° secolo.
Per arrivare a Nizza, si possono consultare i tanti voli low cost che ci sono sulla piazza.  I voli Blu Express, in particolare, risultano particolarmente convenienti per chi dall’Italia vuole muoversi verso la città francese.

0 Commenti