La bellezza senza tempo di Napoli la si scopre negli angoli meno battuti dal turismo, più nascosti e per questo ancor più affascinanti, o nelle zone più antiche della città, quelle più decadenti e piene di pizzerie storiche, più popolose e popolari. Una di queste è senza dubbio l’area intorno Porta Nolana, alle spalle della stazione centrale di Piazza Garibaldi. Costruita nel XV secolo, Porta Nolana era una delle porte di accesso alla città; chiamata in questo modo poichè da essa partiva una strada che conduceva fino alla città di Nola, è racchiuse tra due torri di piperno dette Torre della Fede a sud e Torre della Speranza a nord.

La Porta costituisce anche il punto di partenza di un interessante itinerario che conduce il turista alla scoperta di una Napoli insolita. I dintorni di Porta Nolana sono altrettanto affascinanti, seppur poco valorizzati per l’importanza storica che ricoprono in città: da non perdere è il pittoresco mercato in cui emerge in maniera lampante l’anima più folkloristica di Napoli: in questa cornice suggestiva si può acquistare di tutto, dalla frutta e verdura alla carne e al pesce, dai capi di abbigliamento alle sigarette di contrabbando. Un luogo dove si possono concludere buoni affari se si ha la giusta attenzione…Aperto dalle 8:00 alle 18:00  dal lunedì la sabato e dalle 8:00 alle 14:00 la domenica.

Dopo aver percorso un tratto di Corso Garibaldi si arriva a Piazza del Carmine su cui si affaccia la Basilica Santuario di Santa Maria del Carmine Maggiore, uno dei più importanti e più grandi edifici religiosi di Napoli. La sua costruzione iniziata nel XIII secolo è durata circa 5 secoli e la chiesa è uno dei massimi esempi del barocco napoletano. Spiccano il campanile (il più alto della città coi suoi 75 metri) – più volte danneggiato e ricostruito nel corso dei secoli – e, all’interno il monumento a Corradino di Svevia e la lapide commemorativa in onore di Masaniello, ucciso proprio all’interno della Basilica, capo di una effimera rivoluzione del popolo napoletano contro gli oppressori spagnoli.

Superata Piazza Mercato – anch’essa molto importante dal punto di vista storico in quanto teatro di eventi significativi per Napoli – ci si addentra nel Borgo Orefici. Con questo nome si identifica uno storico rione cittadino fatto di un labirinto di stradine e viuzze che si sviluppano intorno a Piazzetta Orefici. Questo dedalo di vie è famoso per la concentrazione di tutte le più antiche ed importanti botteghe cittadine specializzate nella lavorazione artigianale di prodotti di oreficeria, argenteria e gioielleria. Per avere un saggio della maestria degli artigiani napoletani basta visitare il Tesoro di San Gennaro, custodito all’interno del Duomo: un vero spettacolo! Per soggiornare a Porta Nolana, punto di partenza dell’itinerario, consigliamo:
B&B Bonapace Porta Nolana
http://www.bonapaceaccomodation.com
Via San Cosmo Fuori Porta Nolana, 4, 80142 Napoli
Telefono: +39 081 563 5353
Fax: +39 081 214 4085
Mobile: +39 333 544 7474
Email: portanolana@bonapaceaccomodation.com

0 Commenti