Sono trenta i Comuni di quest’area che si susseguono tra mare, valli, monti e alture, dipanando storie, piazze, campanili, bellezze di ambiente e paesaggio, tradizioni, memorie, culture. Ogni paese di questo territorio è un fiore all’occhiello del turismo lucano e meridionale.
Eclatante è la bellezza di Maratea, nota in tutto il mondo, ma non meno suggestiva è Lauria, arroccata e quasi sprezzante, o Senise, serena e adagiata, o Latronico con antiche sorgenti di acque minerali, ormai divenuto un luogo termale, o Rotonda, che introduce al neo istituito Parco del Pollino, dove si ergono gli ultimi esemplari di pino Loricato, maestosi e ultrasecolari, o Lagonegro, che la tradizione popolare ritiene sia l’ultima dimora di Monna Lisa, la Gioconda di Leonardo.

All’occhio dell’ospite e del turista, che vuole visitare e conoscere, alla ricerca di un ambiente incontaminato e rigoglioso, con il gusto dell’arte, cosciente dell’importanza della storia e delle tradizioni nel retroterra culturale di un popolo; che apprezza i sapori sani, genuini, la buona tavola e la buona cucina, questo lembo di Lucania non potrà che riservare inimmaginabili scoperte e piacevolisssime sorprese. Insieme con quello di intrattenere, divertire, distendere con concerti, spettacoli teatrali, manifestazioni culturali ed artistiche di alto livello, uno dei principali obiettivi del cartellone delle manifestazioni estive è condurre per mano il viaggiatore attraverso gli itinerari bellissimi e reconditi offerti dalle località di questo comprensorio, così ospitali e pronte a ricevere chiunque voglia conoscerle.

Per gli amanti dei voli low cost, gli unici scali per raggiungere i comuni dell’area di Maratea sono l’aeroorto di Napoli e quello di Lamezia Terme.

0 Commenti