Tra le zone tirreniche più adatte alle escursioni, quella dell’Argentario offre molte possibilità per itinerari brevi e medio-lunghi.
Dirigendosi verso Ansedonia, oltre a visitare i resti dell’antico sito di Osa, si può osservare il panorama del Monte Argentario dalla parte della Tagliata (sud) dove svetta la torre, dimora di Giacomo Puccini.

Proseguendo verso nord, superata la duna Feniglia (una delle tante riserve naturali della Maremma), si può arrivare a Orbertello, divisa dalle due lagune, e proseguire verso Porto Ercole e Porto Santo Stefano. Delle riserve protette, la Maremma è universalmente nota per l’Isola di Burano e per lo straordinario Parco dell’Uccellina, dove i visitatori possono immergersi in un paesaggio incontaminato tra sentieri, animali, spiaggie, paludi. Gran varietà di piante e vegetazione frequentata da animali allo stato brado: daini, cinghiali, caprioli, istrici, faine e lepri. Sempre nella zona sono molteplici gli itinerari da seguire. Si può partire dalla chiesa di San Niccolò a Montepescali, passando per i caratteristici paesaggi della valle dell’Ombrone dove si trovano Cinigiano e Campagnatico, per arrivare – seguendo le pinete e i canali – alle località marittime più rinomate della zona: Follonica, Punta Ala, Castiglione della Pescaia e Marina di Grosseto. Da non perdere l’abbazia di San Rabano, le antiche torri di guardia delle Rocchette e la rocca di Scarlino.

Verso l’interno invece si trova uno dei tanti itenerari delle Strade del Vino toscane. Infatti, nella terra di Maremma, dove la cucina incrocia piatti di mare e di terra, le cantine locali producono ottimi vini, Morellino di Scansano e il bianco locale, l’Ansonica dell’Argentario, il meno nobile ma sincero Bianco di Pitigliano e le produzioni vinicole della fattoria Parrina.

Si consiglia la visita nei periodi autunnali e primaverili, tenendo presente che l’accesso al territorio del Parco è a numero chiuso di visitatori. Per informazioni è attivo il Centro visite del Parco: via del Fante – Alberese, dove si possono acquistare i biglietti ed effettuare le prenotazioni.
Il parco è aperto al pubblico nei giorni di mercoledì, sabato e domenica. Negli altri giorni della settimana il parco è aperto, su prenotazione, ai gruppi scolastici fino alle medie inferiori.

COME ARRIVARE
In auto: Strada Statale SS1 Aurelia da Civitavecchia, proseguimento della A 14 Roma Civitavecchia. Da Livorno, proseguimento della SS1.
Da Firenze la A11 (collegamento con la Versilia).
Molto facile con la superstrada litoranea per Livorno-Grosseto. Si può anche arrivare in treno (stazioni FS di Talamone e Alberese).

0 Commenti