Biella è una città composta da due parti: il Piano, adagiata sulla riva destra del torrente Cervo e il Piazzo, posta su una collina.
Il Piano è la parte più antica della città (IX secolo) ed è ricca di testimonianze dell’età medievale.
Il centro del Piano, il nucleo più antico di Biella, non ha conservato molto del suo passato medievale dato il celere rinnovamento del tessuto urbano da metà ‘600 in avanti.

Importante e significativo Ë il Duomo, eretto nel 1402, a vicino il Battistero realizzato nei secc. IX-X, a pianta centrale con quattro absidi, appartenente alla cinquecentesca chiesa di S. Stefano.
In quest’ultima chiesa potrete vedere all’interno numerosi dipinti del ‘500 del Lanino, del Giovenone e di Defendente Ferrari.
Sempre nel Piano troverete il Museo Civico: qui sono esposti reperti archeologici, ceramiche del ‘700, resti di affreschi del sec. IX , e dipinti di artisti italiani dell’800 e contemporanei.
Il Piazzo, invece, è l’area più recente, fatta costruire dal vescovo nel sec. XII e assurta in auge tra il ‘300 e il ‘500
Il Piazzo è collegato al Piano da una funicolare, al suo interno vi sono resti di edifici del XV e XVI sec. All’inizio della strada per la valle Cervo si trova il Parco del colle di San Gerolamo, proprietà dei Sella, nel quale si può visitare il chiostro di un ex abbazia , l’Istituto di Fotografia Alpina e la chiesa rinascimentale di San Gerolamo.
A poca distanza da Biella potrete trovare il sito panoramico di Bielmonte.
Posto a 1517 m di altezza, offre un panorama davvero sorprendente: il vostro sguardo migra dalla pianura Padana al tratto alpino dal Monviso al Monte Rosa fino alle Alpi Orobie.

0 Commenti