Un tranquillo borgo medievale e un interessante complesso di grotte carsiche fanno di Parrano meta ideale per trascorrere un gradevole e rilassante fine settimana.
Numerosi reperti archeologici testimoniano come il territorio su cui si trova Parrano fu abitato fin dalla preistoria. Successivamente vi si insediarono gli etruschi e poi i romani.

L’attuale assetto urbanistico del borgo risale all’epoca medievale. Conteso dalle vicine città di Orvieto e Perugia, Parrano fu spesso teatro di violente battaglie. Da sempre legato alla tradizione agricola e contadina, il centro storico venne racchiuso all’interno di poderose mura di cinta di cui restano oggi notevoli resti. Piuttosto ben conservate sono le due porte d’accesso alla città – Porta Ripa e Porta di Piazza – e la torre dell’antico castello.

Poco distante dall’abitato, una vera meraviglia della natura offre ai suoi visitatori emozioni di grande fascino. Si tratta del complesso carsico delle Tane del Diavolo, imponenti grotte scavate dalla paziente e costante opera dell’acqua nel corso dei millenni. All’interno delle cavità sotterranee si può accedere accompagnati da esperte guide e compiere così un insolito viaggio alla scoperta di rocce calcaree, sorgenti di acqua tiepida e dei segreti del sottosuolo.

0 Commenti