Sulla via Casilina, in provincia di Roma, a circa 45 km a sud della Capitale, c’è la città di Colleferro. I suoi abitanti superano le ventimila unità e la sua altezza s.l.m. è di 218 m . , il suo territorio si estende lungo la Valle del sacco a ridosso dei Monti Lepini.
Colleferro è gemellata con la città spagnola di Colmenar Viejo. La storia di Colleferro comincia con l’insediamento industriale della Società Bombrini – Parodi – Delfino che negli anni 30’ rilevò la Società Valsacco e iniziò la produzione di prodotti chimici ed esplosivi.

Ben presto l’Ing. Leopoldo Parodi-Delfino si rese conto che per rendere più agevole la vita dei numerosi dipendenti, bisognava costruire nuovi alloggi e di conseguenza le infrastrutture necessarie ad ospitare tutti gli addetti ai lavori e le loro famiglie. Nacquero le prime case, a cui seguirono l’ospedale, il commissariato, lo spaccio aziendale, la posta ed infine il Municipio. Fu cosi che il 13 giugno 1935, Vittorio Emanuele III Re d’Italia approvava la nascita del Comune di Colleferro ed il 24 luglio dello stesso anno il decreto diventava operativo. Con il passare degli anni attorno a quella piccola comunità è cresciuta una vera e propria cittadina, che oggi può vantare con orgoglio il suo notevole sviluppo industriale ed economico.Una città giovane ma con una memoria storica ben viva, priva di tradizioni culturali importanti alle quali poter fare riferimento, eppure con la voglia e la capacità di creare punti fermi attorno ai quali sviluppare una propria identità. Questa città, che per decenni aveva puntato tutto sul centro motore dell’industria di grandi proporzioni, ha saputo imboccare la strada giusta per la rianimazione aziendale, puntando sulle capacità culturali tecniche e scientifiche che il territorio ha nel tempo saputo sviluppare. Una città giovane ma con una memoria storica ben viva, priva di tradizioni culturali importanti alle quali poter fare riferimento, eppure con la voglia e la capacità di creare punti fermi attorno ai quali sviluppare una propria identità. Nella foto in alto è raffigurato l’Edificio Comunale recentemente rimodernato, in basso a destra Piazzale Aldo Moro,in basso a sinistra Piazza Gobetti.

Gli aeroporti di Roma Fiumicino e Ciampino sono ottimamente collegati con tutti gli scali italiani. Grazie alla grande quantità di rotte sono convenienti anche i voli last minute operate da numerose compagnie aeree fra le quali Airone, Alitalia, Meridiana, Windjet.

0 Commenti