Sorge in cima ad un monte solitario che domina Trapani, la vallata e il mare. Le origini di Erice sono antichissime e misteriose, avvolte nella leggenda. Da lì sù Enea assistette ai giochi in mare e alle gare tra navi greche che furono organizzati per celebrare i funerali del padre Anchise. E ancora lì, capo visibile agli occhi di ogni navigante che si accosta alle coste della Sicilia.

Il monte ben si prestò ad essere riferimento sacro: così gli Elimi celebrarono Erico filglio di Venere e Bute, loro re, i Fenici dedicarono un tempio ad Astarte, i Greci ad Afrodite, i Romani a Venere Ericina. Tutta raccolta in un perimetro triangolare, è tra le cittadelle più singolari della Sicilia, le sue stradine sono ancora quei vicoli medievali, incontaminati di epoca araba, normanna, spagnola.

Ogni anno il sindaco istituisce un premio per la famiglia che possiede il più bel giardino. Così, non a caso, Erice, per la sua tranquillità, è oggi un internazionale punto di incontro di fisici di fama mondiale che, al Centro Ettore Maiorana, si incontrano per seminari e convegni, intorno ad un sofisticatissimo centro di ricerche (se ne consiglia la visita). Da lì sono passati i più famosi premi nobel del mondo.

Non ripartire senza assaggiare i dolcetti di mandorla frutto di antichisseme ricette delle suore di San Carlo. Uno degli spettacoli più suggestivi dal monte Erice è al tramonto sulle sottostanti saline di Trapani. Esse appaiono come una immensa scacchiera dai colori dal porpora al turchino, dei cristalli di sale.

Sulle sponde appaiono, in un paesaggio quasi lunare gli antichi mulini a vento, in parte recuperati con le loro vele. Affascinanti reperti di archeologia industriale, grazie ad una duplice presa di coscienza economica ed ecologica stanno ritornando alla loro originaria funzione: la raccolta del sale e la piscicoltura. Uno di questi mulini merita una visita poichè, trasformato in Museo del Sale, permette di conoscere metodi di raccolta e tecniche di evaporazione insieme ad una ricca esposizione di antichi utensili.

Erice vale la pena di una visita anche per semplici weekend lastminute, dove grazie all’aeroporto di Trapani o di Palermo si possono trovare ottimi prezzi sui voli Airone, Ryanair ed Easyjet.

0 Commenti