Capri è famosa in tutto il mondo per essere l’isola del glamour, della bellezza e del lusso: l’eleganza della sua Piazzetta, il fascino senza tempo della Grotta Azzurra, le spiagge e le calette incastonate nella roccia, l’ottima cucina, le strade dello shopping piene di boutique e delle migliori griffe d’alta moda. Ma c’è anche una Capri insolita e diversa, che affascina i turisti: si tratta della possibilità di scoprire la meravigliosa isola del golfo di Napoli passeggiando lungo i suoi sentieri, itinerari selvaggi e misteriosi, ideali per gli appassionati di trekking, che si affacciano su panorami da sogno.

Uno di questi è la passeggiata del Pizzolungo, un sentiero che partendo dal cuore di Capri, la Piazzetta, conduce al belvedere di Punta Tragara passando per le stradine costellati di negozi e boutique, per scendere fino alla Grotta di Matermania, un antro dove venivano celebrati i riti misterici al Dio Mitra, per toccare la villa dello scrittore Curzio Malaparte: dipinta di rosso pompeiano, è uno dei tanti capolavori sparsi sull’isola. Infine il sentiero termina a Punta Tragara, con vista sui meravigliosi faraglioni, la cartolina di Capri.

Chi vuol praticare trekking a Capri ha anche altre possibilità. Una di queste conduce su in cima al punto più alto dell’isola, sul Monte Solaro. Vetta di quasi 600 metri, questo monte dona al visitatore una vista mozzafiato, da Capri fino alla costiera sorrentina ed alla penisola amalfitana. Il sentiero parte da Piazza Vittoria ed è piuttosto semplice: tuttavia è bene sapere che durante l’ora o poco più di salita, è importante bere tanto ed indossare scarpe comode.

Altra passeggiata per scoprire le parti insolite e meno turistiche di Capri è quella lungo il sentiero della Migliera. Si parte da Piazza della Pace ad Ancapri, su imbocca la rilassante Via Migliera e si procede tra vigneti ed eleganti ville. Alla fine della strada ci si ritrova nel Belvedere del Tuono, un luogo magico caratterizzato da una bellezza selvaggia. Qui è d’obbligo fermarsi a contemplare l’immensità del mare e i tanti gabbiani che puntano verso il Faro di Punta Carena. Pochi passi e si arriva al Belvedere sui Faraglioni, la cartolina di Capri. Dopo aver goduto di questa meraviglia, si può proseguire lungo un sentiero che raggiunge la cima del Monte Cucuzzo: attenzione alla pendenza che, in alcuni punti, è piuttosto sostenuta.

Ultimo itinerario per chi vuol praticare trekking a Capri è in realtà una scalinata. Si tratta della cosiddetta Scala Fenicia: composta da 921 gradini, collega il porto di Marina Grande con il comune di Anacapri. Il nome le fu dato in quanto si pensava fosse stata costruita dai Fenici; in realtà la scala fu opera dei Greci che la realizzarono tra il VII e il VI secolo a.C. per trasportare acqua e merci dal porto fino alle abitazioni poste in alto. Una salita faticosa ma affascinante: percorrendo le scale ci si sentirà parte della storia antica della meravigliosa Capri. Per dormire sull’isola:
Appartamenti a Capri Villa Silia.
http://www.villasilia.it/it/
Via Padre Reginaldo Giuliani, 40/A
80073 Capri (NA) Italia
Telefono: +39 348 7981843
Email: info@villasilia.it

0 Commenti