Che tu abbia intenzione di partire per un weekend o per una gita fuori porta con il camper, il Parco Provinciale dei Monti Livornesi è la meta perfetta che tu possa scegliere. Vicinanza alla natura e risparmio è il binomio vincente da adottare quando non si ha molto tempo e nemmeno molte finanze, in momenti critici in cui il periodo di ferie e vacanze è ormai lontano, ma si ha lo stesso bisogno di ricaricarsi anche solo per un weekend. Per fare ciò però, in questo caso, è opportuno controllare che il camper sia a posto con la revisione e l’assicurazione. E’ consigliabile infatti consultare in internet gli svariati portali che offrono la possibilità di confrontare le migliori e più economiche assicurazioni per il camper, offrendo l’opportunità di risparmiare notevolmente rispetto alle normali polizze proposte dalla tante case assicuratrici.

Ora partiamo insieme alla scoperta del Parco!
Il Parco Provinciale dei Monti Livornesi copre i comuni di Livorno, Rosignano Marittimo e Collesalvetti, con un’area di più di 3.300 ettari che copre sostanzialmente le aree della Valle Benedetta e della Valle di Montenero. Sono presenti numerosi corsi d’acqua, lungo i quali furono costruiti mulini ad acqua, ancora oggi in parte visibili (alcuni sono ruderi, altri sono stati inglobati in moderne abitazioni).

Il Parco Provinciale dei Monti Livornesi offre molte occasioni di divertimento e cultura, e grazie al panorama di macchia mediterranea, mare e corsi d’acqua è l’ideale per passeggiate a piedi o in mountain bike. Nel Parco è possibile anche visitare manufatti umani come i già citati mulini, le fornaci, le ghiacciaie o l’acquedotto di Colognole, costruito nel 1700, che forniva l’acqua alla città di Livorno. Di particolare interesse è anche l’Eremo della Sambuca, il cui nucleo originale risale al 1100. Esso sorge nella valle toccata da uno dei due rami del torrente Ugione, ed era stato inizialmente concepito come una piccola chiesa con alcune celle che ospitavano i frati Agostiniani. Fu poi ampliato dai diversi ordini religiosi che nel corso del tempo decisero di condurre la vita a contatto con la natura, per favorire la meditazione e la preghiera.

Nel parco è possibile osservare anche la flora e la variegata fauna locale, numerosa anche per quanto riguarda i corsi d’acqua presenti. Si trovano infatti invertebrati di torrente (che indicano che le acque non sono inquinate), crostacei, anfibi, rettili, pesci, mammiferi (tra i quali la martora), insetti ed uccelli che vivono stabilmente nel parco, oltre ad uccelli migratori e svernanti. Il Parco Provinciale dei Monti Livornesi, grazie alla variegata conformazione geologica è anche un luogo interessante per lo studio di fenomeni geologici. Periodicamente vengono anche organizzati eventi a sfondo naturalistico.

E’ possibile visitare il parco in tutte le stagioni dell’anno, proprio grazie alle sue caratteristiche, che consentono di svolgere diverse attività. Inoltre sarebbe consigliabile visitare il parco in diversi periodi dell’anno, per godere delle trasformazioni della natura nel corso delle stagioni. Come arrivare? Livorno è comodamente raggiungibile in camper dalle autostrade A1 Milano-Napoli o dall’A12 Genova-Livorno.

0 Commenti