Verdeggianti colline, coperte da folti boschi, circondano il castello feudale di Allerona.
Poco distante da Orvieto, il piccolo centro di Allerona sorge in collina a 472 metri s.l.m.
Pur avendo origini romane, il borgo rivestì una certa importanza nel Medioevo. A quest’epoca, infatti, risale la struttura urbanistica dell’abitato. Il paese si è sviluppato in funzione del castello, importante baluardo della città di Orvieto in direzione di Chiusi.

Ben visibili sono i resti delle antiche mura di protezione interrotte dalle due porte d’accesso dette del Sole e della Luna.
Nel punto più alto del centro storico si trova l’antica Chiesa Castellana: edificata nel corso del XII secolo, nell’800 ha subito importanti modifiche che le hanno conferito uno stile chiaramente neogotico.
Altro edificio di notevole interesse è Villa Cahen: inserita nello splendido Parco Demaniale di Selva di Meana, è in stile liberty.
Nel territorio circostante si possono effettuare escursioni naturalistiche attraverso folti boschi di quercia, lecci, pini, faggi e corbezzoli e, non di rado, s’incontrano daini, cinghiali e numerose specie di volatili.
Nella terza domenica di maggio, il borgo di Allerona ospita una grande festa in onore di S. Isidoro, patrono dei campi. Per l’occasione sfilano un lungo corteo storico e i caratteristici Pugnaloni, carri allegorici che ripropongono scene di vita campestre.

Monumenti
· Chiesa Castellana
· Villa Cahen
· Porta del Sole
· Porta della Luna
· Mura di protezione

0 Commenti